Pagine

mercoledì 19 aprile 2017

BENIAMINO BOSCOLO: "IL COMUNE NON SFALCIA IL VERDE PUBBLICO"

Si è parlato molto ultimamente del verde pubblico a Chioggia. E c'è chi fa notare che lo sfalcio dei prati, in piena primavera, non è avvenuto proprio a regola d'arte: il consigliere comunale Beniamino Boscolo stigmatizza le inefficienze dell'amministrazione, dovute -a suo avviso- anche alla scelta ondivaga di sottrarre e poi di riaffidare la gestione alla società partecipata SST. «Nel weekend di Pasqua», dice Beniamino, «cittadini e turisti hanno potuto “ammirare” lo scempio compiuto, non solo a Sottomarina ma anche a Valli e Ca' Bianca. E meno male che questo inverno è stato il meno piovoso degli ultimi anni».
La critica è di non aver proceduto a uno sfalcio omogeneo e accurato, l'accusa è di non aver operato ai contratti con le ditte per tempo. Ma in questi giorni, continua Beniamino Boscolo, invece ha piovuto e pure tanto, e coi prossimi raggi di sole la vegetazione crescerà notevolmente: la “prova costume” delle piante sarà per i prossimi weekend del 25 aprile e del 1° maggio. «Il sindaco Ferro e l'assessore Stecco», conclude Boscolo, «devono rendere conto di questa inefficienza. Se non si taglia l’erba non si spendono soldi, ma questo non è il risparmio promesso in campagna elettorale: così sono capaci tutti!».

sabato 15 aprile 2017

MASSIMILIANO TIOZZO CAENAZZO NOMINATO DA BRUGNARO NELLA COMMISSIONE DI SALVAGUARDIA

Il diritto insegna che le cambiali si pagano e le promesse si onorano. Così, a quasi un anno dal voto amministrativo chioggiotto, Massimiliano Tiozzo Caenazzo riscuote il suo compenso (30 euro a gettone, come dire: trenta denari) per aver “tradito” Giuseppe Casson -di cui era stato assessore ai servizi sociali- e aver sostenuto la linea fucsia di Luigi Brugnaro: il sindaco metropolitano ha infatti designato il 33enne di Sottomarina a membro della commissione di Salvaguardia, proprio quella che è stata bypassata in occasione della controversia sul deposito gpl. Un ottimo colpo per Tiozzo, che trova così una sistemazione; un fidato servitore per il parón di Venezia-Mestre (per quanto nato a Spinea e residente a Mogliano), che vedrà tutelati in quella sede i propri interessi amministrativi e non solo. Resta da vedere se la città di Chioggia e le sue priorità saranno soddisfatte da questa nomina, dopo che la commissione stessa è stata paralizzata negli ultimi mesi in quanto carente di nuove entrate: sotto l'uovo di Pasqua, all'ombra del primo grande tradimento della storia, tutto è possibile.

venerdì 14 aprile 2017

ENTE BILATERALE VENETO-FRIULI E ALBERGATORI DI SOTTOMARINA, I RISULTATI DELLA COLLABORAZIONE


Alla vigilia dell’apertura della stagione turistica a Chioggia, Sottomarina ed Isolaverde, l’Ente Bilaterale Veneto Fvg e il Consorzio di Promozione Turistico Lidi di Chioggia vogliono rendere conto e snocciolare alcuni dati relativi alle attività svolte assieme nell’ultimo anno 2016-2017 con alberghi, campeggi, ditte ricettive extra alberghiere, stabilimenti balneari, ristoranti, servizi al turismo. In particolare quelle attività formative realizzate gratuitamente grazie al finanziamento della Regione Veneto a quattro progetti FSE approvati: Smart Tourism Mood, Veneto Kult, Revenue Manager, Hook Up. «L’obiettivo in chiave turistica dei progetti realizzati, attraverso formazione, consulenze, workshop e visite studio all’estero –affermano Beniamino Boscolo Capon (consulente EBVF) e Giuliano Boscolo Cegion (presidente ASA)– da una lato è stato valorizzare l’identità del territorio e, dall’altro puntare all’accoglienza di nuovi target turistici. L’intuizione nel presentare innovativi progetti sul turismo porta sempre di più un miglioramento del servizio e nuove visioni nel fare turismo».
ALCUNI DATI SULLE ATTIVITA’ REALIZZATE:

Aziende del turismo coinvolte – 46 ditte
Persone formate: 61 persone (37 titolari/soci, 16 dipendenti 8 tirocinanti)
Ore di formazione erogate: 188 ore
Corsi di perfezionamento:
- lingua inglese turistico/commerciale
- marketing territoriale specifico
- booking
- storytelling
- gestione di app turistiche
- social media
Consulenze di gruppo:
- reti d’impresa
- enogastronomia
- eventi culturali
Consulenza individuale specifica ai dipendenti del Consorzio di Promozione Turistica per gestire l’accoglienza e la promozione attraverso gli innovativi strumenti tecnologici.
Visite studio a Madrid in Spagna incontrando agenzie di viaggio (2016), ad Edimburgo in Scozia incontrando la Camera di Commercio e le organizzazioni dei festival (2017).
Applicazione per smartphone del Consorzio di Promozione Turistica Lidi di Chioggia da utilizzare in città (sarà sugli app store quest’estate).
Partecipazione a fiere: con il progetto Hook Up è stata costituita una rete di imprese per finanziare la partecipazione a fiere turistiche e per la promozione del territorio.

giovedì 13 aprile 2017

VENERDÌ 14 APRILE CHIUDONO I TERMINI PER CANDIDARSI ALLA CONSULTA DELLE FRAZIONI


Chiudono venerdì 14 aprile alle ore 12 i termini per la presentazione delle candidature alla neonata Consulta delle Frazioni, il cui regolamento è stato approvato dal consiglio comunale nei mesi scorsi. L'ente servirà da raccordo tra le realtà periferiche e l'amministrazione, esprimendo la volontà dei comitati di quartiere anche nella futuribile ipotesi di un bilancio partecipativo, con annesse modifiche allo statuto del Comune. Le candidature vanno presentate secondo le istruzioni stabilite nell'avviso pubblico e utilizzando l'apposito modulo scaricabile dal sito www.chioggia.org. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all'ufficio Pari Opportunità tel. 041 5534978 dalle ore 10 alle ore 11.

giovedì 6 aprile 2017

ROMANO TIOZZO NON PAGA, IL COMUNE COSTRETTO AL RECUPERO COATTIVO DEL DANNO ERARIALE

Una determina che passa sottotraccia fra le altre, la numero 612 del 25 marzo scorso, che autorizza un modesto aumento di spesa a vantaggio di un avvocato del foro romano. E proprio questo innocente aggettivo, relativo alla capitale d'Italia, diventa ingombrante nome proprio di persona, relativo ai capitali che l'ex sindaco di Chioggia -Romano Tiozzo Pagio, appunto- non ha ancora versato a seguito della sentenza della Corte dei Conti che lo obbliga al pagamento di 19.460 euro per danno erariale. Il Comune si trova così costretto al recupero coattivo della somma, dato che la via bonaria è già stata esperita senza alcun successo. Per intentare il recupero del credito, l'amministrazione ha dato mandato all'avvocata Simonetta De Sanctis Mangelli, competente per territorio ad adire le sentenze della Corte. Per saldare l'onorario dell'avvocata e le spese da lei sostenute, è stata appunto stanziata una nuova somma di 200 euro. Andranno messi anche questi nel conto di Romano Tiozzo Pagio?

mercoledì 5 aprile 2017

BENIAMINO AL NEO ASSESSORE MESSINA: ADDOTTARE IN FRETTA IL PIANO PER IL CENTRO STORICO

COMUNICATO STAMPA - Lettera al nuovo Assessore Messina e nuovo Dirigente Favaretto relativamente al P.P. dei Centri Storici. Il Capogruppo di Forza Italia, Beniamino Boscolo, scrive al nuovo (in carica da fine gennaio) Assessore all'Urbanistica Elga Messina e al neodirigente (in carica da fine febbraio) Gianni Favaretto sulle intenzioni di completare il lungo iter del Piano Particolareggiato dei Centri Storici di Chioggia, durato finora quasi 4 anni. Nella lettera si spiega le motivazioni di questa missiva legata alle difficoltà di vivere e lavorare in centro storico e alle restrizioni prodotte da un piano adottato e ancora da approvare. E, pur lamentando le carenze delle strumento, invita l'Amministrazione all'approvazione immediata e nel caso di una volontà dell'Amministrazione alla riedizione dello strumento è necessario essere consapevoli delle lungaggini e della complessità. "Visto che entrambi gli interlocutori sono nati e residenti lontano dei confini comunali" - riferisce il Capogruppo azzurro -" e visto che solo da qualche mese hanno preso pieno possesso degli uffici, dopo 7 mesi da inizio mandato del sindaco Ferro, mi sembrava doveroso anteporre alla dialettica politica del dibattito in consiglio comunale, l'avviso di questa priorità, ricevendo magari una gentile risposta sulla volontà politica del caso." *Allegata Lettera al Comunicato Stampa Buonasera, vista la delibera di giunta comunale 196 del 25/09/2013, con la quale veniva adottato il Piano Particolareggiato dei centri storici, la Città di Chioggia si trova, ad oggi, con uno strumento in fase di istruttoria da quasi 4 anni. Consapevole che l'iter burocratico sia lungo e complesso, ora però che l'Amministrazione ha il nuovo assessore di riferimento, dopo le dimissioni dell'arch. Marco Boscolo Bielo, e il dirigente effettivo, dopo 7 mesi da inizio mandato, invio la presente per sollecitare la chiusura di questo iter. L’importanza degli strumenti urbanistici, comunemente viene notata quando mancano, oppure quando non sono aggiornati, e quando si parla di centri storici, l’importanza viene amplificata. A Chioggia, il Piano Particolareggiato dei Centri Storici, è una realtà, ma lo status burocratico è lento e farraginoso e a quanto posso aver capito "fa salvaguardia" agli strumenti vigenti.
I centri storici rappresentano e raccontano la cultura e il patrimonio identitario del sistema ambientale, sociale e culturale e soffrono, più di altri, il periodo di forte crisi economica: mancano parcheggi, verde pubblico, molte case e negozi sono sfitti, le strade sono congestionate e le calli sono piene di auto. E per chi, vuole abitarci, e porre dei correttivi edilizi per migliorare la qualità di vita, si trova nella difficoltà o impossibilità di operare in pieno. Senza contare che il centro di una città ha bisogno di accessibilità, servizi, standars. Ricordo che in fase di adozione sono stato contrario alla realizzazione di questo documento ritenuto insufficiente e a volte incoerente con il tessuto dei nostri centri storici, ma ricordo all'Amministrazione Comunale che, nel caso voglia farne uno nuovo, conviene completare prima l'iter, e successivamente farne uno nuovo per non far passare troppo altro tempo. In attesa di un cenno di riscontro sulle intenzioni del caso, porgo i migliori saluti. Capogruppo Forza Italia COMUNE DI CHIOGGIA

giovedì 30 marzo 2017

CONSIGLIO COMUNALE, APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO TRIENNALE

Solo una giornata di consiglio comunale in luogo delle due previste. Si è esaurito infatti ieri, mercoledì 29 marzo, l'esame dei temi all'ordine del giorno: nella seduta è stato approvato il bilancio di previsione finanziario 2017-2019, oltre al piano delle alienazioni immobiliari e dei lavori pubblici per i prossimi 36 mesi. Non sono mancate le polemiche: «La maggioranza è scesa dal pianeta delle Stelle al pianeta Terra», ha detto il consigliere leghista Marco Dolfin. «Si sono resi conto -continua il consigliere- di cosa sia un bilancio comunale, tant'è che ne hanno fatto una fotocopia di quello precedente, ma con una novità allucinante, ovvero che non si è votato per capitoli ma sulle cosiddette macro-missioni, dentro le quali non si capisce come sono ripartiti i fondi». Dolfin lamenta che i consiglieri non hanno ricevuto il Piano Esecutivo di Gestione, come avveniva in precedenza, e quindi non conoscono i dettagli dei singoli comparti. Ci sono state critiche anche dal consigliere del PD Jonathan Montanariello al piano triennale dei lavori pubblici, in specie riguardo il canile comunale sul quale c'è stato un ulteriore scontro con l'assessora Messina. Parte delle opposizioni ha disertato la sessione, specie nella sua parte pomeridiana, con presenze a salti.